La Val Badia

E’ famosa in tutto il mondo per la bellezza dell’ambiente naturale e per le attrezzatissime piste da sci che ogni anno ospitano gare di rilievo internazionale. Vero paradiso per gli appassionati di sport invernali, luogo ideale per trascorrere una settimana bianca all’insegna del benessere e del relax.
La strada cala alla sinistra delle pareti di roccia nuda del Sella e raggiunge Colfosco e Corvara, nella conca ai piedi del Sassongher. Nel paese,tra i più eleganti dell’Alto Adige, una seggiovia sale al Col Alto (1980 m), sul crinale panoramico, da cui si ammirano vicinissimi, il Sella e il Sassongher. Più a sud, la Marmolada con il suo ghiacciaio e a nord-est, la Varella con il gruppo di Fanes.
Scendendo per la valle, sono tanti i luoghi che meritano una sosta, come Pedraces e San Leonardo, con una bella chiesa parrocchiale settecentesca e punto di partenza della seggiovia che porta al santuario di Santa Croce.
Nella zona bassa della valle, San Martino in Badia, è dominato dalla mole compatta di castel Torre. È più legato alle tradizionali attività contadine di montagna che al turismo, e per questo appare più pittoresco e riposante delle località dell’alta valle.
Dalla gola scavata dal torrente Gadera, alla confluenza della val Badia alla Val Pusteria, la strada percorre gli ampi spazi verdi solcati dal fiume Rienza. Le linee arrotondate e i dolci pendii delle Alpi Aurine sostituiscono le guglie e le pareti rocciose delle Dolomiti.
Appaiono tracce di origini romane a San Lorenzo di Sebato, nel fondovalle della Rienza. Dalla strada, si scorge la zona degli scavi archeologici, con le mura e le fondamenta di una villa di età imperiale.
Brunico, è la città principale della valle e sulla via Centrale si affacciano edifici gotici con Erker e tetti merlati, nonché negozi, alberghi e locali con insegne in ferro battuto.
Nella parte bassa della Val Pusteria, la zona di Chienes, meritano una sosta il castello di Casteldarne, uno dei meglio conservati del Trentino, e la parrocchiale del borgo di San Sigismondo, piccolo gioiello d’arte tardogotica.
Vicino Rio di Pusteria, ci sono le rovine della medievale Chiusa di Rio.
Molto bella anche Bressanone, con la grande piazza del duomo, circondata da case antiche e la piazza del Vescovado, oltre al palazzo Vescovile, residenza dei principi-vescovi, che mostra nel cortile interno, uno splendido loggiato con statue di terracotta, raffiguranti personaggi della casa imperiale d’Asburgo.

Comments

comments

Lascia un commento