Archivio della categoria: turismo

Costo vacanze alle Canarie

Il costo vacanze alle Canarie è uno degli argomenti più dibattuti tra coloro che desiderano andare in vacanza nel luogo esotico per eccellenza, ma che temono di incorrere in spese esagerate e fuori controllo.
Del resto fare una vacanza alle Canarie è un autentico mix di fattori favolosi: si va dal clima perfetto presente nell’intera area dell’isola fino ad arrivare al mare da favola, trasparente e pulito con spiagge tenute in maniera impeccabile, fino ad arrivare agli scenari mozzafiato che questa località è in grado di offrire: provate ad assistere a un tramonto in spiaggia per credere, Vi ricordiamo che le Isole Canarie sono una delle mète preferite dai pensionati italiani.
Questo insieme di cose contribuisce a rendere le cosiddette “isole dell’eterna primavera” una meta agognata da milioni di turisti, non solo d’estate ma durante l’intero arco di un anno. Quando precedentemente si parlava di clima ottimo delle Canarie il riferimento era non solo alle condizioni atmosferiche eccellenti ma anche alla temperatura ideale, che si mantiene in maniera costante da un minimo di 18 gradi centigradi a un massimo di 30.
A livello di intrattenimento inoltre le Canarie sono conosciutissime grazie alla Movida notturna: del resto è chiaro che si gioca in casa, il divertimento è infatti uno dei motivi più importanti che contribuiscono alla scelta di molti giovani italiani non solo di organizzare una vacanza in Spagna ma di trasferirsi con armi e bagagli nelle isole per un po’ di tempo o in maniera stabile.
Ma a quanto può ammontare il costo vacanze alle Canarie? 
 
Non si tratta solo di stimare il prezzo del volo e dell’albergo o appartamento presso cui ci stabiliremo, ma anche il costo della vita applicati su alimenti e prodotti necessari per la vita di tutti i giorni.
Partiamo comunque ad esaminare il prezzo di un viaggio, semplice da organizzare sia attraverso l’utilizzo del web che attraverso la consulenza di un’agenzia di viaggi che può offrirti anche interi pacchetti turistici a prezzi scontati.
È chiaro che i prezzi possono variare a seconda del periodo dell’anno in cui desideriamo recarci alle Canarie: se infatti cerchiamo un viaggio per i mesi dell’alta stagione questo sarà più costoso rispetto a quelli effettuati nei mesi diversi da luglio-agosto e dicembre-gennaio. Nonostante questa differenza di prezzi sono comunque costanti le offerte che permettono di usufruire di costi di acquisti viaggio agevolati rispetto a quelli applicati normalmente.

Se si osservano alcuni cataloghi delle agenzie è infatti possibile trovare vantaggiose proposte economiche per le Canarie, con pacchetti volo+hotel che permettono di godersi lo splendore dell’isola iberica per due settimane e ad un costo di circa €1300. Offerte come questa rappresentano occasioni in cui si può godere del confort e dell’esclusività di un resort all inclusive.
Tuttavia per chi ha spirito di iniziativa è possibile anche organizzare la vacanza senza agenzia viaggi , evitando di rivolgersi a un’agenzia specializzata e risparmiando notevolmente sui costi finali. Infatti le commissioni che vengono erogate alle agenzie per la loro assistenza nell’organizzazione di un viaggio rappresentano una parte sostanziale del prezzo finale.
Coloro che applicano il fai da te per effettuare viaggi alle Canarie possono notare come gli affitti degli appartamenti risultino economici anche all’interno di centri di importanti città come Las Palmas, con prezzi che si aggirano intorno ai €35 al giorno. Chiaramente se si parla di appartamenti e non di alberghi a questi costi vanno aggiunti quelli relativi agli alimenti, alle bollette se il periodo di permanenza è piuttosto lungo ed a tutte le altre spese fondamentali per vivere bene alle Canarie per un tempo più o meno prolungato.
Oltre al prezzo di appartamenti e di alberghi è da notare che anche il costo relativo al viaggio non è così elevato, con un prezzo che in media si aggira sui €350 andata e ritorno se si effettua il volo con una compagnia aerea della fascia “Premium”.
Diverso è il discorso se invece intendiamo usufruire della convenienza di una compagnia low cost come Ryanair: se la prenotazione avviene con un anticipo discreto anche la cifra di denaro da spendere per il volo è di poco maggiore ai €100.
Per trovare il volo per le Isole Canarie più conveniente in assoluto esistono molti motori di ricerca web che mettono a confronto le diverse offerte di volo delle compagnie aeree, comprendendo naturalmente anche i prezzi praticati da quelle low cost. I siti di confronto prezzi sono molto utili ai fini di abbassare notevolmente il costo vacanze alle Canarie. Un altro consiglio, oltre a prenotare presto, è anche quello di essere flessibili per quanto possibile nella scelta del giorno: a volte basta infatti prenotare la partenza o l’arrivo un giorno prima o un giorno dopo per ottenere un risparmio notevole sul prezzo complessivo del viaggio.
Il costo vacanze alle Canarie si fa poi ulteriormente più basso se si parla dello stile di vita attivo all’interno di quel territorio. Ad esempio un pranzo di buona qualità e con prodotti caratteristici può costare meno di €8 a persona, e questo in una zona turistica nevralgica.
Se poi al pranzo aggiungiamo una bottiglia di vino di buona qualità questa risulterà sempre più conveniente rispetto al prezzo che verrebbe praticato in Italia. Se poi invece desideriamo una cena a base di pesce il costo si aggira a un importo non superiore di €20 a testa, senza includere bevande sofisticate.
Anche se intendessimo solamente bere qualcosa possiamo usufruire di una convenienza assoluta, con birre che costano meno di €1 ai supermercati e con bottiglie di Coca Cola che invece si aggirano intorno ai €2.
Ma non finisce qui: anche i cocktail che vengono venduti al bancone durante la nightlife dell’isola costano in media €5 e consentono quindi sperimentare diversi drink da un pub all’altro della zona.

Le Isole Canarie sono inoltre rinomate per essere una zona a tassazione speciale come stabilito dall’Unione Europea, un vero paradiso per pensionati italiani;  nel suo regolamento specifico. Infatti pure facendo parte dell’Eurozona le Canarie hanno all’interno attività che sono abilitate a vendere beni di consumo esentasse, e quindi a costi inferiori. Basta fare una piccola ricerca sui prezzi praticati nell’isola iberica su benzina, tabacco, profumi ed alcool per comprendere come questi prodotti costino meno della metà rispetto a quanto verrebbero pagati in un altro Paese europeo a tassazione normale.
Anche altri servizi accessori ma che possono consentire di agevolare la nostra permanenza Espana sono alle tanti, come quelli relativi alla affitto di un’auto che si aggirano tra i 15 e €20 giornalieri ma che permettono anche di sfruttare la convenienza della benzina sul posto con un prezzo al litro che è minore di €1.
Chiaramente poi i prezzi in linea generale non sono uguali per tutte le città presenti sull’isola: basta infatti spostarsi da Tenerife a Gran Canaria per verificare che la prima è molto più economica, nonostante sia maggiormente turistica della seconda. Si tratta comunque di differenze di prezzi minime e che non ostacoleranno l’esperienza meravigliosa che vivremo trascorrendo un periodo nelle splendide Isole Canarie.

 

Il digital signage per il turismo

Il turismo è un settore in cui il ricorso al digital signage si può rivelare molto utile, anche in virtù delle molteplici applicazioni a cui questo strumento si presta. L’installazione di monitor digital signage per la creazione di vetrine segnaletiche digitali, infatti, può essere sfruttata per fare conoscere ai turisti i principali punti di interesse di una città, o per mettere a loro disposizione informazioni di cui potrebbero aver bisogno a proposito dei mezzi di trasporto pubblici, dell’ubicazione delle farmacie, della presenza di ospedali, e così via.

Uno dei pregi del digital signage declinato in salsa turistica è che si può fare riferimento non solo a monitor interni, ma anche a totem esterni: i primi potrebbero essere collocati, per esempio, nei musei o nei punti informativi istituzionali, mentre i secondi potrebbero trovare spazio praticamente ovunque. In una località di mare, quindi, un totem potrebbe essere installato in spiaggia, magari per segnalare le condizioni meteo e consigliare ai bagnanti se sia opportuno o meno andare in acqua. Tra i tanti vantaggi che contraddistinguono questa soluzione va segnalato il fatto che i contenuti che vengono inseriti e mostrati attraverso i display non sono fissi e immutabili, ma possono essere aggiornati, cancellati, modificati o integrati in qualsiasi momento, quando e come si vuole, anche in anticipo, con una pianificazione programmata destinata a semplificare la diffusione di contenuti.

Ecco, dunque, come il mondo del turismo, sia a livello di enti e istituzioni pubbliche che a livello di esercizi commerciali e imprese private, può trarre un grande giovamento dall’utilizzo del digital signage, che fa della flessibilità uno dei suoi tratti distintivi anche perché può essere utilizzato con monitor di qualsiasi tipologia, marca e dimensione. Nelle città più grandi come nelle località di dimensioni minori, ma non per questo meno affascinanti, si tratta di un aiuto più che valido che merita di essere preso in considerazione con molta attenzione.