Archivio mensile:giugno 2010

Musei Bunker e Miniera Monteneve, nei dintorni di Merano

Diverse proposte nei dintorni di Merano, seguendo un pezzo di storia “sotterranea” della cultura altoatesina

Nel corso dell’estate sono tante le opportunità per programmare una gita durante una vacanza a Merano e nei suoi dintorni, alla scoperta di un’affascinate e misteriosa storia “sotterranea”.

Recentemente sono stati realizzati diversi musei bunker, testimonianza della storia più recente di questo territorio. Costruiti durante la Prima e la Seconda Guerra Mondiale, questi bunker furono tenuti “attivi” durante la guerra fredda, e poi, a partire dal 1992, furono dimessi e ne furono smantellati gli impianti di difesa.

Le costruzioni, invece, rimaste intatte, sono oggi una viva testimonianza di quell’epoca e rappresentano la speranza di una vita in cui tali opere di difesa non siano più necessarie.

Infatti, oggi, quelle costruzioni militari sono state riviste e hanno ricevuto interventi architettonici che le hanno trasformate in musei e gallerie d’arte, visitabili al pubblico.

Il bunker di Moso, in Val Passiria, è accessibile anche da sopra, grazie al fatto che sulla parete esterna è stata installata una struttura per arrampicatori. Nel Mooseum sono presentati temi che concernono la storia, la natura e le antiche miniere sotterranee.

All’inizio della Val Venosta, a Tel, l’artista meranese Matthias Schönweger ha trasformato il bunker della zona in una vera e propria galleria d’arte, che si confonde con l’ambiente naturale circostante.

Spostandosi sul Passo Palade, il bunker, costruito nel 1940 da centinaia di operai, rappresenta una vera e propria fortificazione di quattro piani con gallerie, corridoi e quartieri d’artiglieria.

La Gampen Gallery si trova dentro il bunker del Paso Palade e ospita una mostra fotografica dedicata alle popolazioni di montagna, i cui scatti sono stati realizzati in gran parte dal famoso scalatore Reinhold Messnner.

Il percorso espositivo, lungo 60 metri, si articola in quattro aree: le foto che raffigurano i volti degli abitanti della zona, quelle che riprendono i simboli religiosi, quelle dedicate ai rifugi e alle abitazioni e, infine, foto di montagne.

Tornando in fondo alla Val Passiria, valle larga e pianeggiante, che inizia alle spalle della città di Merano, a San Leonardo la strada si divide e s’inerpica sulle montagne portando a due Passi: il Rombo e il Giovo.

In cima al Passo Rombo, sul confine con l’Austria, si trova il Museo del Passo, la prima di cinque sculture architettoniche che saranno realizzate entro il 2011.

Realizzato per celebrare i 50 anni della costruzione della strada del Passo, un esempio di moderna ingegneria, il Museo ha una struttura che ha le fondamenta in territorio austriaco ma che sporge per 16 metri sul versante italiano.

Poco distante, scendendo verso Moso, inizia la strada percorribile solo a piedi, che porta alla Miniera Monteneve (2.335 metri).

Le miniere diedero lavoro all’intera popolazione della Val Passiria, perché la roccia, formata milioni di anni fa, era ricca di metallo. La miniera Monteneve era la miniera più alta d’Europa ed è stato il più importante sito per le estrazioni di zinco e piombo di tutto il Tirolo, e, oggi, è possibile percorrere alcuni tratti degli oltre 150 km di gallerie e pozzi, vivendo, per alcuni attimi, le emozioni dei minatori di allora.

Merano e i suoi dintorni

Guardando dall’alto, Merano e i suoi dintorni hanno l’aspetto di una stella, nel cui centro risiede la città di Merano e i cui raggi sono rappresentati dalla Val Venosta, dalla Val Passiria e dalla Val d’Adige. Lungo queste valli si sviluppano meravigliosi borghi e comuni che negli anni hanno fatto del turismo la propria risorsa naturale, approfittando delle particolarità della zona: qui, infatti, la vita di città incontra quella rurale di paese, la flora mediterranea si riunisce con quella alpina e gli stili architettonici si mischiano – un cocktail di contrasti che arricchisce l’offerta turistica dodici mesi l’anno. Oltre 6000 posti letto disponibili su tutta l’area completano il panorama di questa regione, in grado di soddisfare ogni interesse, garantendo servizi e strutture varie e differenti ma il cui comune denominatore è l’alta qualità e la cura dei particolari in ogni proposta.

MSC lancia un concorso per i creativi del web

MSC Crociere lancia un concorso tra i creativi del web per la realizzazione di un video virale in grado di trasmettere l’essenza di MSC Friends, la community virtuale unica nel suo genere.

Il concorso prevede la realizzazione di un video virale di presentazione della community MSC Friends (www.mscfriends.it ): si tratta in realtà di una descrizione evocativa emozionante in grado di incuriosire l’utente e portarlo a voler far parte della community MSC Friends. Per questo progetto MSC Crociere si è avvalsa della collaborazione del più noto motore di ricerca al mondo, BootB.com, che unisce Brand Builders con Cervelli creativi, su quale sono state postate tutte le informazioni relative alla community e il brief creativo al seguente URL:

http://www.bootb.com/it/briefs/desc/uncategorized/318328-video_virale_per_msc_friends/info/

Il video, della durata di 20 secondi, sarà diretto a diversi target di fruitori della rete: dagli amanti del web ai giovani “smanettoni”, dai nostalgici di Second Life ai croceristi, dagli anziani digitali ai giovani. La partecipazione al concorso, che scade il 9 luglio 2010, è aperta a tutti: creativi operanti sul web (2D e 3D), esperti di video virali, appassionati di mondi virtuali tridimensionali, art director specializzati in montaggio video, etc.

Le proposte saranno valutate direttamente dalla Compagnia e il vincitore, oltre al premio in denaro di 1.600 Dollari, avrà la possibilità di collaborare con MSC Crociere per altri progetti sul web mentre il video diventerà l’oggetto di una campagna virale sulla rete.

MSC Friends, il nuovo social network di MSC Crociere, è un applicazione web innovativa: la prima community che unisce gli elementi tipici dei social network come il social gaming e l’entertainment, al mondo delle crociere.

Una piattaforma web 2.0 costruita tenendo conto delle nuove esigenze dei navigatori della rete, che non si accontentano più delle semplici comunità online, ma chiedono qualcosa di più: modalità di incontro e di approccio differenti.

La nuova piattaforma è divisa in una parte in 2D, in cui sono presenti tutte le funzioni classiche del social network, come profilo, foto e video da caricare, etc. a cui si aggiunge un’intera nave da crociera riprodotta in 3D da vivere virtualmente attraverso il proprio avatar.

Quindici ambienti di una delle navi più belle della flotta, MSC Fantasia, sono stati messi a disposizione per questa riproduzione virtuale, permettendo agli utenti di interagire tra loro attraverso chat, ma anche di giocare al casinò, cambiarsi d’abito nella propria stanza, partecipare a giochi di intrattenimento e a cacce al tesoro per accumulare punti che danno la possibilità di vincere premi e sconti per le crociere.

“Abbiamo coinvolto la comunità creativa presente sulla rete perché pensiamo che possa interpretare al meglio la filosofia ed i messaggi che vogliamo trasferire, ma anche per la loro abilità e capacità di utilizzare nuovi linguaggi di comunicazione del social media e del web di relazione” ha dichiarato Fabio De Petris, direttore marketing di MSC Crociere “la nostra Compagnia si sta avvicinando sempre di più al mondo dei nativi digitali che, meno contaminati dai vari “Love Boat” e dagli stereotipi sulle crociere, possono cogliere al meglio quelle che sono le caratteristiche e le potenzialità che una vacanza in crociera può offrire loro”.

MSC Crociere possiede attualmente la flotta più moderna al mondo con undici navi: MSC Magnifica, ultima arrivata, MSC Splendida e MSC Fantasia, le navi più grandi mai costruite per un armatore europeo, MSC Poesia, MSC Orchestra, MSC Musica, MSC Sinfonia, MSC Armonia, MSC Opera, MSC Lirica, MSC Melody, navigano tutto l’anno nel Mediterraneo, nel Nord Europa, nell’Oceano Atlantico, ai Caraibi, in Nord e Sud America, nell’Oceano Indiano e in Sud Africa. MSC Crociere è l’unica Compagnia ad aver ricevuto le “6 Golden Pearls” dal Bureau Veritas quale riconoscimento del suo alto livello di gestione della qualità e della tutela ambientale ed ha ottenuto la doppia certificazione ISO 9001 e ISO 22000 per i sistemi di gestione per la qualità e la sicurezza alimentare su tutti gli aspetti relativi al catering, sia a terra che a bordo. MSC Crociere, inoltre, ha a cuore il benessere dei bambini, e in qualità di leader del mercato responsabile, crede nelle attività che creano impatto positivo nelle regioni in cui opera. Per questo, la Compagnia ha stretto una partnership con l’UNICEF per finanziare un progetto comunitario rivolto alla formazione dei bimbi del Brasile in difficoltà.