Archivio mensile:agosto 2010

Fiavet Toscana e Federalberghi: Un Patto di Sindacato per la ripresa del turismo

Fiavet Toscana e Federalberghi Toscana hanno stipulato un “Patto di Sindacato”, consistente in una serie di iniziative comuni per tentare di uscire dalla crisi che da tempo attanaglia il nostro turismo”. Lo affermano i rispettivi presidenti: Andrea Donati (Fiavet Toscana) e Paolo Corchia (Federalberghi).

“Alla vigilia di un nuovo mandato di legislatura regionale – dichiarano Corchia e Donati – abbiamo pensato fosse necessario definire una strategia comune, anche sul piano organizzativo, coscienti del fatto che le nostre organizzazioni rappresentano la stragrande maggioranza di quelle imprese toscane che la legge regionale e nazionale definiscono turistiche”.

Le due associazioni di categoria hanno sottoscritto le seguenti proposte progettuali da realizzarsi nel beve periodo:
– una presenza diretta delle loro imprese su eventi legati al turismo sportivo, a quello congressuale ed all’individuazione di specifici mercati della domanda nord europea
– un servizio di prenotazione last minute direttamente gestito
– un progetto di promozione delle aree termali e del benessere
– un accordo strategico per il sostegno alle imprese con l’istituto di credito nazionale che comunque in Toscana ha una presenza capillare ed è il secondo per numero di sportelli,
– un’attività di formazione diretta ai titolari d’impresa con obiettivi di riqualificazione imprenditoriale, di concerto con le eccellenze universitarie della Toscana, affidata al gruppo giovani imprenditori di Federalberghi Toscana
– una capacità d’interlocuzione “diretta” con le istituzioni, soprattutto con la Regione Toscana.

Maratona dell’Alto Adige: l’appuntamento è per il 3 ottobre 2010

La 17a edizione della Maratona Internazionale dell’Alto Adige si svolgerà il prossimo 3 ottobre con partenza dalla città di Merano e arrivo a Bolzano, passando per Marlengo, Cermes, Lana e altri paesi che sorgono tra i meleti della Val d’Adige: 42,195 km in un incantevole scenario pianeggiante, con la suggestiva cornice di alte montagne.

A quest’edizione parteciperanno alcuni noti personaggi della Coppa del Mondo di sci alpino, come Manuela Mölgg e Werner Heel, che si stanno allenando sotto il vigile occhio di un’icona del triathlon, la ironwoman Edith Niederfriniger.

La manifestazione inizierà con il ritiro dei pettorali a partire da venerdì 2 ottobre, con una quota di iscrizione simbolica di 5 euro.

Il programma prevede domenica 3 ottobre alle ore 9.00 la partenza della Maratona, dalla Piazza Terme di Merano; alle ore 9.45, la partenza della 10 km

Sportler Run; mentre, alle ore 10.00, quella della Mini-Kids-Marathon, dalla Fiera di Bolzano.

La mezza Maratona, invece, avrà inizio alle ore 11.15, con partenza da Terlano.

Nella quota d’iscrizione sono comprese una T-shirt, una medaglia, il trasferimento ferroviario gratuito al punto di partenza, il trasporto del vestiario e la possibilità di fare una doccia al traguardo, oltre al diploma di partecipazione e ai risultati, scaricabili all’indirizzo internet www.suedtirol-marathon.com .

1 euro della quota d’iscrizione di ogni partecipante sarà devoluto all’Associazione Medici dell’Alto Adige per il Terzo Mondo ONLUS e all’organizzazione di sostegno per i bambini malati di cancro “Peter Pan”. Ogni centesima iscrizione sarà regalato un buono, valido per un ingresso alle Terme di Merano.

Nella zona della Partenza sarà, infine, allestita una mostra fotografica che avrà come tema il benessere a Merano e nei suoi dintorni. L’iniziativa premierà alcuni tra coloro che stanno ancora partecipando alla community fotografica Merano FeelGood, creata su Flickr. Una selezionata giuria sceglierà a settembre alcune foto pubblicate nella community, che saranno stampate in grande formato ed esposte nella mostra.

Merano e i suoi dintorni

Guardando dall’alto, Merano e i suoi dintorni hanno l’aspetto di una stella, nel cui centro risiede la città di Merano e i cui raggi sono rappresentati dalla Val Venosta, dalla Val Passiria e dalla Val d’Adige. Lungo queste valli si sviluppano meravigliosi borghi e comuni che negli anni hanno fatto del turismo la propria risorsa naturale, approfittando delle particolarità della zona: qui, infatti, la vita di città incontra quella rurale di paese, la flora mediterranea si riunisce con quella alpina e gli stili architettonici si mischiano – un cocktail di contrasti che arricchisce l’offerta turistica dodici mesi l’anno. Oltre 6000 posti letto disponibili su tutta l’area completano il panorama di questa regione, in grado di soddisfare ogni interesse, garantendo servizi e strutture varie e differenti ma il cui comune denominatore è l’alta qualità e la cura dei particolari in ogni proposta.