Archivio mensile:settembre 2010

Intestino pigro? Tutto torna a posto con l’acqua termale di Montecatini

La stipsi, più popolarmente conosciuta come stitichezza, è una patologia diffusissima nella nostra cultura e nella nostra epoca: si pensi che in Italia si spendono ogni anno 130 milioni di euro in farmacia e 120 in erboristeria per l’ acquisto di lassativi! (e il dato è per difetto in quanto la prescrizione medica di questi farmaci da banco è inusuale).
I più colpiti dalla stitichezza sono le donne e gli anziani ma la patologia non risparmia nemmeno i bambini, diventando un problema sociale che, però, si può combattere evitando farmaci e concentrati di erbe talvolta deleteri per un colon già irritato.
Innanzi tutto bisogna cambiare lo stile di vita facendo nostre alcune regole d’oro: movimento quotidiano, assunzione regolare di frutta e verdura, di prodotti integrali, molta acqua, pochi grassi animali e, fondamentale, è condire pietanze e verdure con olio extravergine di oliva.
Altro consiglio prezioso: no all’imbarazzo di parlarne, per cui è fondamentale metterne a conoscenza il medico affinché dall’anamnesi e dalle eventuali indagini oggi sempre più rapide e meno invasive grazie al progredire della tecnologia, giunga ad una diagnosi utile per il paziente.

Un aiuto naturale e che non da assuefazione, consigliato da migliaia di medici in Italia, è la cura idropinica termale. Eccellenti le acque termali di Montecatini, scientificamente validate, il cui utilizzo contro la stitichezza è attestato fin dal XV secolo. Si tratta di acque preziose, ricche di ioni quali sodio, cloro, iodio, calcio, litio e solfati, normalmente contenuti anche nell’organismo umano, che offrono soluzioni saline con concentrazione che varia fra le sorgenti termali di Montecatini e che sono consigliate dal medico sia per qualità che dosaggio a ciascun ospite in base alle sue condizioni fisiche e alle sue necessità terapeutiche. La composizione delle acque di Montecatini è molto simile a quella dei liquidi organici e, proprio per la loro fisiologicità, i componenti di queste acque possono stimolare e rieducare alcune funzioni vitali addirittura a livello cellulare.

Quando l’organismo entra in contatto con queste acque, assorbe qualcosa di simile alla composizione dei suoi liquidi, quindi niente di estraneo e diverso che obblighi l’organismo a un lavoro faticoso di elaborazione e trasformazione, ma qualcosa che esso può utilizzare subito, con i conseguenti benefici, sia sull’apparato epato-biliare che su quello gastrointestinale.

La cura idropinica (per bibita) eseguita a Montecatini, accompagnata da un corretto stile di vita, garantisce la risoluzione del problema stitichezza nella maggioranza dei casi. Sarebbe opportuno che la cura fosse effettuata due volte all’anno per ottenere un maggior beneficio prolungato nel tempo.
Interessante sapere che ogni cittadino italiano ha diritto, attraverso il Sistema Sanitario Nazionale, con la prescrizione del Medico di Famiglia, ad un ciclo di cure all’anno.

Il vino e l’autunno, a Merano e nei suoi dintorni

L’autunno meranese si tinge di colori caldi e il protagonista assoluto
diventa il vino, con i grandi eventi di novembre e le tante iniziative dei singoli ristoranti e delle trattorie.
In tavola dominano i menù a base di castagna e di prodotti locali, genuini e sani, sia nelle cucine delle famiglie che in quelle delle trattorie e dei masi, dove ancora oggi si possono assaporare i piatti e le specialità di una volta.

L’alta gastronomia dei ristoranti più rinomati, nel territorio meranese ve ne sono ben quattro con una o più stelle Michelin, sapientemente sposa i piatti tradizionali con la cucina più moderna e raffinata.
I vini del meranese sono frutto di un lavoro attento e scrupoloso delle aziende vitivinicole e moltissime
etichette della zona sono state premiate dalle principali guide, dal Gambero Rosso ai Vini di Veronelli, da DuemilaVini a Vini d’Italia.

Vino Culti ( 14. 10–04. 11.2010)
Dal 14 ottobre andrà in scena a Tirolo VinoCulti , l’appuntamento autunnale con i sapori della regione che combina la cucina tradizionale altoatesina ai vini di alto livello.
Tirolo, nel Parco Naturale di Tessa, a 596 metri, è un’area immersa in 60 ettari di vigneti e 400 ettari di frutteti, e i suoi ristoranti si animeranno per la rassegna VinoCulti offrendo una grande varietà di piatti a base di castagne.
Molte saranno le proposte di un programma che prevede diversi appuntamenti tra cui: Sulle tracce delle Locande di Tirolo (27 ottobre e 03 novembre) e la Festa della Via del Castello & del vino (24 ottobre). I
due momenti più importanti della manifestazione saranno VinoCul ti Al ti ssimo, il 29 ot tobre, presso l’Albergo Hochmuth, una degustazione in quota
con cena a base di prodotti contadini e VinoCult i Dolcis simo, il 4 novembre, con la premiazione dei migliori dolci. Per la partecipazione a tutti gli eventi è richiesta la prenotazione, che può essere effettuata
via Internet.
www.vinoculti.com

Merano International WineFestival & Culinaria (05. 1 1–08. 1 1.2010)
La diciannovesima edizione di Merano International WineFestival & Gourmet si svolgerà dal 5 al l ’8 novembre 2010 e, come di consueto, sono
attesi sommelier e appassionati di vino da tutto il mondo, che affolleranno le sale del palazzo del Kurhaus e le tenso-strutture esterne.
Si tratta di uno degli eventi più noti ed eleganti d’Europa, dedicato alle eccellenze vitivinicole italiane e internazionali e ai migliori prodotti gastronomici, che ogni edizione, da 19 anni, registra più di 5.000 visitatori
nelle tre giornate della manifestazione. Per l’edizione 2010 sono attese 462 aziende vitivinicole, 50 aziende di vini bio&dynamici, 100 produttori di specialità gastronomiche, 17 distillatori, 12 birrifici artigianali (Beer-
Passion) e 13 Wine Resorts.
www.meranowinefestival.com

Arset Vinum ( 16. 1o–08. 1 1.2010)
Il paese di Lagundo, alle porte di Merano, organizza, in collaborazione con Gourmet’s International, Arset Vinum, un evento che coniuga i piaceri del vino a quelli dell’arte. Dal 16 ottobre all‘8 novembre 2010 Lagundo ospiterà pittori, musicisti ed altri artisti e gli intenditori di vino, per vivere insieme una serie di momenti come la presentazione del Vino novello, “Törggele-CulTour Lagundo“ (un itinerario del gusto dedicato ai prodotti tipici, dalle castagne allo speck), le degustazioni di vino nelle mostre d’arte contemporanea, i concerti e molto altro ancora.

Maggiori informazioni le potete trovare su: www.meranodintorni.com