Archivio della categoria: Prodotti tipici

Nasce in Sicilia il Consorzio Isola dei Sapori

Cia Sicilia: costituito il “Consorzio Isola dei Sapori

Quindici aziende siciliane si sono riunite nel “Consorzio dei produttori Isola dei Sapori” che è stato costituito presso uno studio notarile nei giorni scorsi.

Il Consorzio promosso dalla Cia siciliana nasce con l’obiettivo di promuovere, valorizzare e vendere prodotti tipici e tradizionali della Sicilia ed è il punto di approdo dell’intensa attività svolta dalla Cia e dall’associazione Turismo Verde Sicilia degli ultimi dodici mesi. In questo periodo, infatti, è stata costruita una fitta rete di aziende che, dopo avere ripetutamente aderito alle mostre-mercato organizzate da Turismo Verde nei maggiori centri metropolitani dell’Isola, hanno deciso di condividere percorsi comuni di valorizzazione dei loro prodotti sul mercato.

“L’offerta congiunta di una grande varietà di prodotti, dagli ortaggi alla frutta, dai formaggi ai salumi, dal miele ai dolci, dall’olio al vino permetterà di conseguire importanti risultati in un segmento di mercato interessante come la ristorazione, il turismo rurale, le botteghe specializzate”, dichiara Carmelo Gurrieri, presidente regionale della Cia.


“Un altro target commerciale di rilievo saranno i Gas, i gruppi di acquisto solidale, e le aziende agrituristiche che, com’è noto, hanno l’obbligo di utilizzare per i pasti che somministrano almeno il 70 per cento dei prodotti realizzati in ambito regionale”, ricorda Antonio Terrasi, presidente di Turismo Verde Sicilia.

“Le quindici aziende che in questa prima fase hanno deciso di consorziarsi -spiega Carlo Bargione, presidente del Consorzio produttori Isola dei Sapori- sono già rappresentative di quasi tutti le categorie merceologiche e costituiscono il nucleo di condensazione attorno al quale altri produttori possono aderire successivamente”.

Consulta i nostri blog dedicati all’ innovazione tecnologica e al marketing.


Emilia Romagna invasa da un Mare di Sapori

Eventi, spettacoli, iniziative, prodotti, degustazioni: questo e molto altro è il ricco cartellone che propone l’Assessorato regionale all’Agricoltura ai visitatori dell’Emilia Romagna

Lo sapevate che l’uva Fogarina, sì, sì, quella della canzone, esiste davvero? E’ di questi giorni la notizia del recupero di questo vitigno che sembrava essere scomparso. L’ Emilia Romagna, regione ricca di sapori e di saperi, vanta anche molti altri primati, fra cui il numero di prodotti certificati, Dop e Igp, 26, 20 zone DOC e DOCG in tutto, ma non solo. Con 15 strade dei vini e dei sapori, 15 presidi Slow Food, più di 200 prodotti tradizionali iscritti nell’Atlante ministeriale, è una delle regioni che più e meglio ha esaltato la propria biodiversità.
Ora a ricordare a tutti, ma proprio a tutti, cittadini e turisti, che la biodiversità è bella e che i prodotti tipici fanno la differenza non solo a tavola, ci pensa “Emilia Romagna è Un Mare di Sapori”, la manifestazione voluta dall’assessorato regionale all’Agricoltura, in collaborazione con i consorzi del Parmigiano Reggiano, del Prosciutto di Parma, dei Salumi Piacenti, il Centro Servizi Ortofrutticoli, l’Enoteca Regionale e la partnership di UNIONCAMERE Regionale, proprio per raccontare come tipicità, identità e storia provengano dalla terra, dai prodotti e dai sopori.
«La nostra è una agricoltura di valori, nel senso che si fonda su valori della tradizione, della tipicità, del rispetto ambientale e della biodiversità. Il cibo per noi riflette il territorio, ed è elemento identitario. Per questo siamo molto contenti di poter mettere in mostra il nostro patrimonio enogastronomico in un evento lungo tutta l’estate. Il cibo è per noi brand turistico». Parola di Tiberio Rabboni, Assessore regionale all’Agricoltura.

Il cartellone di “Emilia Romagna è Un Mare di Sapori”
Molte le iniziative, come la presentazione di “Il Gusto del Delitto”, una raccolta di quindici racconti scritti dai più famosi giallisti nazionali, da Francesco Guccini, Carlo Lucarelli, Loriano Macchiavelli, passando per Marcello Fois ed Eraldo Baldini, nelle sere d’estate, all’interno di “Cervia, la spiaggia ama il libro”, la manifestazione letteraria più famosa d’Italia (il 18 luglio). E a seguire a Cesenatico, il 20 luglio, a Riccione, il 3 agosto e a Marina di Ravenna il 10 agosto.
Dai libri si passa al teatro, con lo spettacolo-incontro “A Buon Mercato. Racconti da mangiare”. L’evento culturale mercantile, che la compagnia teatrale Koinè ha realizzato per raccontare prodotti, processi di produzione e non solo. Prodotti che, oltre ad esprimere un’alta qualità, nascono da processi produttivi tradizionali, capaci di valorizzare culturalmente, turisticamente ed ecologicamente il territorio d’origine: il Prosciutto di Parma, il Parmigiano Reggiano, il Salame, la Coppa e la Pancetta Piacentini, le Pesche e le Nettarine, i grandi Vini D.O.C. ottenuti da vitigni autoctoni sono stati i protagonisti di queste storie. Lo spettacolo-assaggio intrattiene, diverte, incuriosisce, conduce, soprattutto, lo spettatore a scoprire luoghi e tempi dell’agricoltura, che sono elemento identitario e culturale. Le scenografie ripropongono una tradizionale struttura mercantile ambulante composta esclusivamente da bancarelle in legno, corda bianca e tela di cotone (tutti materiali naturali). Gli attori, da dietro i banchi e al centro delle piazze, raccontano in forma drammatica la storia dei rapporti fra prodotto e produttori. Il 3, 12, 18 e 25 luglio, rispettivamente a Cervia, Porto Garibaldi, Cesenatico e Cattolica, che, per l’occasione, si trasformano in mercati a cielo aperto.
Il comico Vito porterà in giro per le piazze della Riviera “Il lamento del porco. Bestiario emiliano della fame e della sazietà”, uno spettacolo appositamente pensato e realizzato per “Emilia Romagna è un mare di Sapori”. Vito sarà in scena al Lido degli Estensi, Cervia, Bellaria e Cesenatico, rispettivamente il 19, 26 luglio e il primo e l’8 agosto con questo monologo liberamente ispirato a “L’eccellenza e il trionfo del Porco” di Giulio Cesare Croce nel quarto centenario della morte.
Ma “Emilia Romagna è Un mare di Sapori” è anche “Tramonti di Vino”, degustazione dei vini emiliano romagnoli e loro presentazione tramite l’illustrazione delle nuove Guide dei migliori vini dell’Emilia e della Romagna, selezionati da AIS (Associazione Italiana Sommelier). Di vini si parla, si assaggia e si impara in serate didattico-degustative del tutto particolari. Si parte il 13 luglio a Dozza, si prosegue il 24 luglio a Cesenatico, il 31 luglio al lido degli Estensi, il 7 agosto a Riccione, l’11 agosto a Marina di Ravenna e il 28 agosto a Cesena.
Torna poi un mito, la “Cottura a Fuoco del Parmigiano Reggiano”. Evento di grande successo, che vede la cottura di una forma di Parmigiano Reggiano secondo la vecchia tradizione, con il fuoco a legna. Al termine della cottura, che da rito è diventato mito, si degusterà gratuitamente il Tosone e ci saranno assaggi di piatti a base di Parmigiano Reggiano, di pesce di mare e vini locali. Sarà proprio questo l’evento di apertura dell’intero cartellone, il 27 giugno al Lido degli Estensi, il 4 luglio, nel contesto della Notte Rosa, a Rimini, l’1 agosto a Cervia e il 21 agosto a Cesenatico.
Un Mare di…Stelle: nel cartellone si inseriscono anche due prestigiosi appuntamenti culinari con i grandi cuochi stellati emiliano romagnoli, di Chef to Chef, che sarà il 7 luglio a Cesenatico e l’11 settembre a Cervia, Milano Marittima e Cesenatico.

Tutto questo e molto altro sarà presto disponibile sul sito www.unmaredisapori.com , dove si potrà andare alla scoperta di curiosità, ma anche giocare e vincere gustosi premi.

Emilia Romagna è un Mare di Sapori è una manifestazione realizzata dall’Assessorato all’Agricoltura della Regione Emilia Romagna, in collaborazione con i consorzi del Parmigiano Reggiano, del Prosciutto di Parma, dei Salumi Piacenti, il Centro Servizi Ortofrutticoli, l’Enoteca Regionale e la partnership di UNIONCAMERE Regionale.

Info: 051 5274867; www.unmaredisapori.com