Archivio tag: Fiavet Toscana

Fiavet Toscana sul nuovo Codice del Turismo

Il presidente Andrea Donati commenta così lo schema di decreto legislativo del Ministro Michela Vittoria Brambilla.

“Il metodo seguito dal Ministro per redigere il Nuovo Codice del Turismo è completamente sbagliato. Quanto ai contenuti, invece, lo schema proposto presenta degli aspetti molto interessanti”. È quanto dichiara Andrea Donati, presidente di Fiavet Toscana, con riferimento allo schema di decreto legislativo reso noto dal Ministro Michela Vittoria Brambilla.

Spiega Donati: “E’ inaccettabile che le categorie abbiano saputo di questo Nuovo Codice del Turismo dai giornali senza essere state contattate, come già ha fatto notare Cinzia Renzi, presidente nazionale di Fiavet. Oltretutto, non sappiamo neppure se chi ha lavorato alla stesura del testo abbia o meno esperienza e competenza nel settore turistico”.
Quanto ai contenuti, il presidente di Fiavet Toscana si mostra invece possibilista.

“Leggendo la nota illustrativa del decreto – afferma Donati – ho trovato degli spunti interessanti, che meritano di essere valutati con attenzione da parte di noi rappresentanti delle agenzie di viaggio. Credo che si possa e si debba aprire un confronto costruttivo per apportare eventuali modifiche a uno schema che presenta elementi innovativi, degni di essere presi in considerazione”.

Fiavet Toscana e Federalberghi: Un Patto di Sindacato per la ripresa del turismo

Fiavet Toscana e Federalberghi Toscana hanno stipulato un “Patto di Sindacato”, consistente in una serie di iniziative comuni per tentare di uscire dalla crisi che da tempo attanaglia il nostro turismo”. Lo affermano i rispettivi presidenti: Andrea Donati (Fiavet Toscana) e Paolo Corchia (Federalberghi).

“Alla vigilia di un nuovo mandato di legislatura regionale – dichiarano Corchia e Donati – abbiamo pensato fosse necessario definire una strategia comune, anche sul piano organizzativo, coscienti del fatto che le nostre organizzazioni rappresentano la stragrande maggioranza di quelle imprese toscane che la legge regionale e nazionale definiscono turistiche”.

Le due associazioni di categoria hanno sottoscritto le seguenti proposte progettuali da realizzarsi nel beve periodo:
– una presenza diretta delle loro imprese su eventi legati al turismo sportivo, a quello congressuale ed all’individuazione di specifici mercati della domanda nord europea
– un servizio di prenotazione last minute direttamente gestito
– un progetto di promozione delle aree termali e del benessere
– un accordo strategico per il sostegno alle imprese con l’istituto di credito nazionale che comunque in Toscana ha una presenza capillare ed è il secondo per numero di sportelli,
– un’attività di formazione diretta ai titolari d’impresa con obiettivi di riqualificazione imprenditoriale, di concerto con le eccellenze universitarie della Toscana, affidata al gruppo giovani imprenditori di Federalberghi Toscana
– una capacità d’interlocuzione “diretta” con le istituzioni, soprattutto con la Regione Toscana.