Archivio tag: traghetti nel mediterraneo

Grandi Navi Veloci e la Regione Languedoc-Roussillon: nuove linee Sète-Maghreb

È stato firmato martedì 2 giugno nel Porto di Sète, nella Francia meridionale, un protocollo d’intesa tra Grandi Navi Veloci e la Regione Languedoc-Roussillon per l’istituzione di nuove linee di traghetti per il Maghreb.

L’accordo si propone di incrementare il traffico marittimo sulla direttrice del Nord Africa, un’area in cui lo scalo francese ha individuato un forte potenziale di sviluppo finora non sfruttato per la mancanza di un operatore dello shipping in grado di soddisfare le esigenze di operatori merci, turisti e passeggeri con navi e servizi di qualità.

Basti pensare che il solo Marocco rappresenta per lo scalo di Sète un mercato potenziale di 1.600.000 passeggeri e che nel 2007 il porto è riuscito a soddisfarne solo poco più di un sesto.

Per sostenere la concorrenza degli altri porti del Mediterraneo – in particolare dell’Italia, della Spagna centrale e meridionale, nonché della stessa Francia – la Regione Languedoc-Roussillon si è impegnata ad attirare operatori che sino ad oggi hanno guadagnato al Porto di Sète oltre 100 mln di euro da investimenti privati.

All’inizio del 2009 la Regione ha inoltre varato un ambizioso piano di investimenti sul Porto di Sète di oltre 26 mln di Euro che comprende, tra le altre cose, la pronta sistemazione degli ormeggi nel bacino Orsetti e l’ampliamento dei parcheggi e, successivamente, la costruzione di una nuova stazione marittima che, con nuove banchine per quattro accosti simultanei, possa servire un vero e proprio “polo passeggeri”. Questi, uniti ad altri lavori già in programma, fanno lievitare a 200 mln di Euro l’investimento complessivo della Regione Languedoc-Roussillon sul Porto di Sète per i prossimi dieci anni.

Da parte sua, Grandi Navi Veloci afferma con questo accordo la volontà di fare di Sète l’hub delle proprie attività in Francia. La compagnia genovese apporta allo scalo francese la propria competenza nelle Autostrade del Mare, la propria flotta di cruise-ferry e ferry-cruise – navi di ultima generazione, sicure e competitive, adatte a ogni tipo di trasporto pesante e servizi per passeggeri e turisti – e, non ultimo, il proprio know how nei collegamenti con il Nord Africa, con i traghetti per Tangeri e i traghetti per Tunisi. Le linee per il Marocco sono state recentemente portate a due frequenze settimanali in virtù degli ottimi risultati ottenuti nel primo anno di operatività e del lavoro di prospezione per il 2009.

Nel porto di Sète GNV intende implementare un programma di collegamenti per il Maghreb a partire dal prossimo autunno 2009 – la destinazione della prima linea sarà comunicata non appena verranno confermate tutte le autorizzazioni – con la prospettiva di ampliare fin da subito il network delle proprie linee, se le condizioni del mercato lo permetteranno, operando rotte commerciali e turistiche al momento non coperte dal Porto di Sète, sempre verso il Nord Africa.

Le linee Grandi Navi Veloci al momento sono dodici: Genova-Porto Torres, Genova-Olbia, Genova-Palermo, Livorno-Palermo, Civitavecchia-Palermo, Genova-Barcellona, Genova-Tunisi, Genova-Malta, Civitavecchia-Tunisi, Palermo-Tunisi, Genova-Tangeri e Barcellona-Tangeri bisettimanali dal 26 maggio 2009. A breve verranno annunciati ulteriori sviluppi del network Grandi Navi Veloci.

Nel 2008 GNV ha registrato ricavi per 290 mln di Euro (+8% vs il 2007) trasportando circa 1.340.000 passeggeri (+13,3 % vs. 2007), 430.600 auto al seguito (+23,2%) e oltre 2.605.000 metri lineari di veicoli commerciali.

 

Link: Grandi Navi Veloci