Archivio tag: turismo in sicilia

BlogSicilia, il network dei blog siciliani

 

BlogSicilia (www.blogsicilia.it ) è il network dei blog siciliani, uno per ogni Provincia, dedito alla diffusione nell’isola del citizen journalism, promuovendo la collaborazione attiva degli utenti attraverso la condivisione delle opinioni, delle fotografie e dei video. Ideato da Serverstudio web marketing e design, in collaborazione con l’associazione I-Generation e Kifulab.

Caratteristica fondamentale del progetto di comunicazione di BlogSicilia, è la sua forte connotazione partecipativa, concepito come open space libero e democratico, in cui ogni utente può essere protagonista delle discussioni nella doppia veste di blogger e commentatore. Obiettivo di BlogSicilia, è esortare i siciliani alla condivisione delle esperienze, al confronto e allo scambio delle idee e delle opinioni, utilizzando al meglio la natura interattiva di internet e la nuova deriva comunicativa dell’informazione.
Ne consegue la poliedricità dei temi del network, dalla cronaca alla vita politica, dallo sport agli eventi culturali e artistici, dagli itinerari della movida alle nuove tendenze.

Si tratta, pertanto, di una rete di blog provinciali aperto alla collaborazione trasversale, coordinato sia a livello centrale (da Palermo) che periferico, perché la forza di BlogSicilia sta nella diffusione sul territorio dell’isola col cittadino protagonista del racconto di ciò che gli succede attorno, esperto conoscitore dell’ambiente in cui vive.

Al momento BlogSicilia può vantare di uno staff costante di 100 collaboratori, sparsi per l’isola, destinati ad accrescersi. Nel primo mese di posting, sono stati pubblicati 900 post, che hanno avuto poco più di 800 commenti. Tra coloro che hanno scritto almeno un post si segnalano il giornalista e romanziere Salvo Sottile, il politico Antonello Cracolici, la cantante rock Raffaella Daino e il comico e scrittore Bibi Bianca.

BlogSicilia, inoltre, è già stato spesso fonte di informazione: è accaduto, ad esempio, con le interviste all’artista palermitano Sergio Friscia e allo scrittore Giordano Bruno Guerri; ma anche con le notizie degli eventi culturali e artistici che avvengono nell’isola.

Per avere accesso al flusso di tutte le notizie dalle province basta andare su BlogSicilia.it

Se si preferisce accedere direttamente alle news delle singole province basta andare su AgrigentoBlog.it, CaltanissettaBlog.it, CataniaBlog.it, EnnaBlog.it, MessinaBlog.it, PalermoBlog.it, TrapaniBlog.it e SiracusaBlog.it.


La Toscana si conferma meta preferita per il turismo

Secondo Agriturist (Confagricoltura), la Toscana si conferma meta preferita anche per il mare; molti stranieri in Sicilia e Sardegna. In giugno, italiani a – 5%; ancora poche le prenotazioni per luglio e agosto.

Attraverso l’analisi del movimento registrato dal portale internet www.agriturist.it , nei primi giorni di giugno, l’associazione Agriturist (Confagricoltura) delinea le scelte principali dei turisti che nella prossima estate saranno ospiti delle aziende agrituristiche italiane.

Per quanto riguarda la scelta geografica, le regioni più richieste dagli italiani, sono, nell’ordine: Toscana, Lazio, Lombardia, Sicilia e Liguria. Fra le province, preferenza per: Grosseto, Brescia, Siena, Verona, Ancona. Infine le zone: costa sud Grosseto, costa nord e sud Livorno, Chianti senese, Verona Lago di Garda. Evidente, dunque, il prevalente orientamento verso località balneari (mare e Lago di Garda) con la sola eccezione della vacanza di “relax verde” nel Chianti senese.


Diverse per priorità, e in alcuni casi per destinazione, le preferenze degli stranieri. Per quanto riguarda le regioni, gli inglesi andranno soprattutto in Toscana, Sicilia, Lombardia, Liguria e Sardegna; i tedeschi in Toscana, Sicilia, Sardegna, Piemonte e Trentino Alto Adige; i francesi in Toscana, Lombardia, Piemonte, Sicilia e Sardegna. Più marcate le differenze nelle scelte per provincia, con gli inglesi orientati soprattutto verso Siena, Firenze, Brescia, Pisa e Lucca; i tedeschi verso Catania, Siena, Firenze, Oristano e Udine; e i francesi verso Firenze, Grosseto, Oristano, Perugia e Livorno.

 

 

 

Rispetto all’anno scorso, inevitabile passo indietro per l’Abruzzo, a causa del terremoto, quantunque la costa non ne sia stata interessata, e della Campania, che evidentemente subisce ancora gli effetti della crisi-rifiuti pur risalente all’estate scorsa.

Sempre da internet, indicazioni sulle principali ricerche “di servizio”: di gran lunga al primo posto le offerte a basso costo; seguono le passeggiate a cavallo, la piscina, il campeggio, l’accoglienza dei disabili e i ristoranti per celiaci.

Per il mese di giugno, Agriturist stima che ospiti dell’agriturismo saranno 380 mila per 1,1 milioni di presenze, con gli italiani in flessione del 5% e gli stranieri stabili rispetto allo scorso anno. In ritardo le prenotazioni per luglio e agosto che per molte aziende agrituristiche, specie del Mezzogiorno, rappresentano oltre il 50% del fatturato annuale.