Archivio tag: turismo rurale

Turismo sostenibile in Puglia

L’Assessorato alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia ha affidato all’AICAI – Azienda Speciale della Camera di Commercio di Bari – la realizzazione del progetto “Turismo Rurale Sostenibile in Puglia” che ha come obiettivo la promozione e lo sviluppo di un turismo rurale sostenibile, teso a valorizzare le componenti ambientale, culturale ed economica delle comunità rurali locali, tenendo conto che l’elevato patrimonio di prodotti tipici e tradizionali costituisce un importante fattore di aggregazione per le medesime comunità e un rilevante motivo di attrazione per i visitatori. Fra le varie azioni di progetto, al fine di una corretta sensibilizzazione ed animazione territoriale, in collaborazione con la scrivente Camera di Commercio di Taranto e con la sua Azienda speciale Subfor, è organizzato per Venerdì 18 Giugno 2010 a partire dalle ore 10.30, presso la Saletta Angelo Monfredi – Cittadella delle imprese di Taranto – Viale Virgilio, 152 un workshop operativo gratuito dal titolo: “Turismo Rurale Sostenibile in Puglia“ che avrà l’obiettivo di presentare le iniziative del progetto e soprattutto di incentivare le iniziative imprenditoriali che mirano a sviluppare un sistema integrato di sviluppo turistico rurale sostenibile. I destinatari del progetto sono infatti le strutture ricettive, la ristorazione, i tour operator locali, le agenzie di viaggio, le associazioni di categoria e i consorzi. Al termine dell’incontro verrà rilasciato un attestato di partecipazione. In fono alla pagina il programma del seminario e la scheda di adesione da compilare ed inviare a mezzo e-mail a aicai2@ba.camcom.it e area.promozione@ta.legalmail.camcom.it oppure a mezzo fax al n. 0805537062 ed al n. 0997783046. Ragioni organizzative consentono di accettare solo un numero limitato di partecipanti. Per tale motivo gli interessati dovrebbero procedere quanto prima a formalizzare la propria adesione, garantendo l’effettiva presenza o comunicando per tempo l’impossibilità intervenuta a partecipare.

Camera di Commercio di Taranto, Francesca Sanesi, e-mail: francesca.sanesi@ta.camcom.it

AGRITURISMO IN VALLE D’AOSTA: IN COSTANTE CRESCITA L’INTERESSE PER IL SETTORE

Si è svolta nei giorni scorsila cerimonia di consegna dell’attestato di idoneità, che abilita all’esercizio dell’attività agrituristica, ai 15 agricoltori che hanno partecipato al corso di qualificazione per operatori agrituristici, organizzato dall’ufficio Agriturismo dell’Assessorato agricoltura e risorse naturali.
L’indirizzo agricolo delle aziende dei partecipanti è prevalentemente quello zootecnico, 10 su 15, mentre le altre cinque sono aziende miste, ad indirizzo viticolo, frutticolo ed orticolo. Per quanto riguarda la provenienza, si è registrata una prevalenza di residenti nel Comune di Aosta, dintorni ed alta Valle, 10 su 15, mentre due corsisti sono della media e bassa Valle e tre delle vallate laterali
Nell’azienda agrituristica La Vrille, di Verrayes, alla presenza dell’Assessore Giuseppe Isabellon, dei funzionari dell’ufficio Agriturismo e dei docenti della commissione d’esame del corso, i 15 neo-operatori agrituristici hanno inoltre potuto degustare la cucina di Luciana, moglie di Hervé, titolare dell’azienda.
La serata, è stata anche l’occasione per visitare l’azienda, dopo la ristrutturazione che ha tenuto conto della tipologia architettonica rurale, con cura dei particolari e utilizzo di materiali ecologici, e tessuti naturali.
L’agriturismo è una forma di ricezione particolare, nell’ambito della quale il turista è ospitato presso un’azienda agricola e l’accoglienza è organizzata in connessione e complementarità con l’attività agricola. Dietro a questa definizione ci sta veramente un mondo che ha un fascino particolare: dalle caratteristiche che possono favorire lo scambio culturale, alla socializzazione, al coinvolgimento di un’intera comunità locale, proprio perché l’elemento umano è sempre più un fattore determinante nella scelta del tipo di vacanza. Con l’agriturismo sono, inoltre, esaltati tutti quegli aspetti che caratterizzano la nostra Regione e che la rendono accattivante dal punto di vista turistico. Senza dimenticare, peraltro, di mettere in primo piano che l’operatore agrituristico è essenzialmente un agricoltore, il quale deve conoscere, rispettare e mantenere il territorio; deve saper proporre non solo l’ospitalità, ma anche i prodotti agricoli, la cultura e le tradizioni del mondo rurale.
Sono 57 le aziende agrituristiche in attività in Valle d’Aosta, che contengono davvero tutti i colori della montagna: i sapori tradizionali, la cultura contadina e l’accoglienza familiare, tutto all’insegna della qualità.